Come nasce “Sapori di Capolavia”

DSC_0233

Foto di Fabio Fenza, 2014.

Siamo nati a Rovigo nel 1984. Siamo cresciuti a Grignano Polesine, dove abbiamo frequentato asilo, elementari e medie. Poi Anna ha frequentato il liceo artistico e Andrea lo scientifico. Durante le superiori Anna inizia a fare l’animatrice in parrocchia, attività in cui rimarrà impegnata per una decina d’anni. Terminate le superiori Anna s’iscrive all’università di Venezia, dove frequenta il corso di Conservazione dei beni culturali, mentre Andrea si rivolge a Padova e al corso in Cooperazione allo sviluppo.

Nel corso degli studi Andrea scopre l’interesse per lo sviluppo del web, studia da autodidatta e inizia l’esperienza lavorativa autonoma come consulente. Anna continua gli studi a Bologna, specializzandosi in Storia dell’arte. Contemporaneamente a lavoro e studio ci dedichiamo all’organizzazione di attività culturali e sociali per i giovani di Rovigo. Lavoretti occasionali per Anna ci sono, ma nulla di stabile, per cui avendo molto tempo libero, si dedica alla cura dei nipoti, finché non arriva l’occasione del servizio civile. Un anno di vera formazione, durante il quale matura in entrambi l’idea dell’espatrio.

Un biglietto aereo di sola andata per Berlino, l’iscrizione ad un corso di tedesco per principianti, una stanzetta in una pensione, e via. Appena Andrea si mette a cercare lavoro come sviluppatore le offerte abbondano, e dopo qualche colloquio ecco il primo contratto. Per Anna non si concretizza nulla di serio, e oltre a fare la babysitter continua a studiare il tedesco.

Passano i mesi e finalmente anche per Anna un’occasione interessante, la possibilità di fare la volontaria in un asilo italo-tedesco. E così inizia il suo secondo servizio civile, questa volta in terra tedesca. Un’esperienza altamente formativa, in un campo che era da sempre nei suoi interessi ma che finora aveva coltivato solo come hobby.

Nel frattempo iniziamo a fare progetti a lungo termine, desideriamo tornare in Italia ma prima vogliamo prepararci bene, vogliamo mettere le basi per poter avviare qualcosa di nostro. La vocazione della nostra terra d’origine è da sempre contadina, questo è l’aspetto su cui puntare. L’agricoltura del futuro è naturale e sostenibile, ecco la direzione che intendiamo seguire. I terreni ci sono, servono le idee. Raccogliamo informazioni, studiamo, progettiamo, così nasce “Sapori di Capolavia” l’azienda agricola biologica che stiamo immaginando e costruendo pian piano.

L’atto fondativo del progetto è stato proprio il viaggio di ritorno da Berlino a Rovigo, effettuato in bicicletta nel giugno 2015 e finanziato tramite una campagna di crowdfunding. Per saperne di più guarda il video di presentazione.